Iveco Magelys è “International Coach of the Year 2016”

Iveco Magelys è “International Coach of the Year 2016”

Magelys, l’ autobus della gamma turistica Iveico, è stato eletto “International Coach of the Year” da una giuria composta da 22 giornalisti delle più importanti testate europee dedicate agli autobusd e ai pullman che lo preferito ad il TopClass S516HDH di Setra, lo Skyliner di Neoplan, il B11R Sunsundegui SC7 di Volvo, l’HD12 di Temsa ed il Futura FMD2-129/370 di VDL. Magelys nella sua versione Linea ha convinto la giuria e fatto la differenza rispetto ad alcuni concorrenti che hanno presentato autobus con configurazioni a due piani ed a 3 assi, coprendo così sia il segmento alto di gamma, sia quello low cost, talvolta producendo i veicoli in Paesi extra-europei. Magelys ha saputo offrire la migliore soluzione in termini di costi di esercizio per il cliente, senza compromettere lo stile, il comfort e le elevate prestazioni.

Ogni dettaglio di Magelys è stato ideato e sviluppato con lo scopo di aumentarne la visibilità, incoraggiare la scoperta e godersi pienamente il viaggio. Rispetto ad un veicolo turistico tradizionale, le grandi vetrate laterali ed il padiglione vetrato ai lati regalano una splendida visuale panoramica. La straordinaria sensazione di spaziosità e la luminosità interna sono le caratteristiche che rendono il Magelys un modello unico nel suo segmento. A tutto questo si aggiungono un design esclusivo e un’eleganza raffinata che sottolineano l’eccellente qualità del veicolo. Disponibile in due lunghezze (12,2 e 12,8 m) e due versioni (Magelys Line e Magelys Pro), Magelys va incontro alle esigenze delle aziende di trasporto nel settore turistico su grande e media distanza.
Il modello che si è aggiudicato il riconoscimento di “International Coach of the Year 2016” è un Magelys Pro equipaggiato per il trasporto disabili dotato di 46 sedili in pelle Kiel, toilette, 3 monitor LCD da 19” estraibili, connettività Wi-Fi, prese da 220 V e USB, GPS ed una telecamera.
«Magelys non è un veicolo nuovo sul mercato degli autobus, ma la giuria ha apprezzato l’ultima versione conforme alla normativa Euro 6 che offre una serie di innovazioni che vanno ben oltre il frontale che ricorda un “sorriso d’argento” nel frattempo diventato una caratteristica tipica di tutti i modelli della gamma Iveco Bus» spiega il portavoce della giuria. «Con Magelys, Iveco si è concentrata sull’efficienza e la giuria ha apprezzato il modo in cui tale attenzione contribuisce a ridurre il Total Cost of Ownership per il cliente. Magelys ha poi fatto centro per l’ottimo rapporto qualità/prezzo, che tuttavia non scende a compromessi sulle caratteristiche e sulla qualità dei materiali utilizzati. Inoltre, è un veicolo adatto a ogni tipo di utilizzo nel corso di tutto il suo ciclo di vita”.

Magelys non utilizza il ricircolo dei gas di scarico (EGR) per controllare le emissioni, affidandosi esclusivamente alla riduzione catalitica selettiva (SCR). Si tratta di una soluzione innovativa, unica nel panorama dei costruttori europei. Inoltre, il motore Iveco Cursor 9 eroga una potenza di 400 CV (294 kW) e ha una coppia di 1.700 Nm a 1.250 giri/minuto con una capacità di soli 8,7 litri. Il propulsore è abbinato al cambio automatizzato ZF AS-Tronic. La marcia risulta così particolarmente confortevole. Il consumo di carburante è stato ridotto fino al 10% rispetto alla motorizzazione Euro V grazie, tra l’altro, a un peso di 200 kg inferiore e a un’aerodinamica ottimizzata.

Magelys è sottoposto ad un trattamento anti-corrosione con bagno cataforetico che garantisce una maggiore resistenza alla corrosione nel tempo, vanta tutte le più moderne dotazioni di sicurezza quali l’LDWS e l’AEBS ed è realizzato su una struttura di tipo autoportante conforme alla normativa europea R66/02 relativa al test di ribaltamento.