Quanti Scania tra il marmo di Carrara!

L’efficienza e l’affidabilità Scania è stata scelta da A.M.C. e da Autotrasporti Baldini di Carrara. I veicoli consegnati dimostrano la qualità dei camion svedesi anche nel settore cava cantiere.

Lo sfondo bianco del marmo di Carrara ha fatto ancora una volta da cornice ad una consegna di veicoli Scania per il trasporto marmi. Anzi una duplice consegna, visto le società A.M.C. ed Autotrasporti Baldini hanno testato per la prima volta sul campo l’affidabilità e la sicurezza dei loro nuovi mezzi.

Si amplia così, dopo la consegna alla Andrei Mario & C, la famiglia degli Scania 8x8 Euro 6 impegnati sulle impervie strade delle cave delle Alpi Apuane in operazioni di trasporto del prezioso marmo toscano. Questi mezzi riconfermano come le possibilità permesse dalla modularità Scania sia un’ottima soluzione, specializzata per ogni applicazione, anche per quelle più impegnative dei veicoli eccezionali.

«Ho scelto Scania perché ho conosciuto le persone che vi lavorano e la visita insieme a loro alla casa madre in Svezia mi ha reso testimone della capacità dell’azienda svedese di creare il mezzo più adatto alle mie esigenze» dice Sauro Bianchi di  A.M.C. «Sono convinto che Scania dia una garanzia di qualità per tutto ciò che riguarda il mio lavoro. E dal punto di vista dell’affidabilità ho la certezza di aver scelto il meglio».
A trasmettere questa senso di sicurezza al titolare della A.M.C. è lo Scania 8x8 con motore da 490 CV di 13 litri Euro 6 con tecnologia EGR e SCR abbinato ad un cambio a 12 rapporti e 2 primini con overdrive. E la coppia erogata si dimostra ancora una volta il valore aggiunto della casa svedese, registrando 2.550 Nm tra 1.000 ÷ 1.300 giri/minuto ovvero uno dei più elevati rapporti coppia potenza sul mercato.  Progettato per dare il meglio sui terreni impervi, il veicolo presenta una elevata altezza libera da terra grazie anche alle rotocamere in posizione rialzata e può vantare un’eccellente manovrabilità, garantita da un passo compatto di soli 4.900 mm.

Fratello del veicolo consegnato alla A.M.C. è il mezzo entrato nella parco macchine della Autotrasporti Baldini. La configurazionedei due Scania è la medesima così come la soddisfazione dei titolari. Marco Baldini di Autotrasporti Baldini racconta infatti che «ho sempre sentito commenti positivi su Scania sia da colleghi siada altre aziende, ero quindi curioso di testare il mezzoin prima persona sul campo. Sono pienamente soddisfatto: ho avuto ragione a scegliere Scania. Nello specifico, a sorprendermi è la trazione anteriore disinseribile che mi consente di svolgere il mio lavoro in piena sicurezza». Infatti,disinserendola nei tratti nei quali non viene richiesta, ha il beneficio di ridurre i consumi e l’usura degli pneumatici oltre a permettere una migliore manovrabilità del mezzo.

Vantaggi non trascurabili visto che le masse complessive dei due veicoli sono di 48 tonnellate». Considerando le condizioni estreme nelle quali i mezzi si trovano a operare – strade anguste, scoscese e impervie – è richiesta quindi una notevole trazione ma anche coppia frenante. Qui entra in gioco il rallentatore idraulico Scania, ottimizzato per le basse velocità e in grado di assicurare 4.100 Nm di coppia frenante, perfettamente integrato con i freni di servizio ed il freno motorea beneficio di una minore usura.