Scania Finance: l’alleata vincente per accedere alle agevolazioni della Nuova Sabatini e rinnovare la flotta

Scania Finance continua ad affiancare le imprese di trasporti nell’iter per accedere a finanziamenti e contributi a tasso agevolato offerti dalla Nuova Sabatini per l’acquisto anche in leasing di macchinari, impianti e beni strumentali.

L’iter per richiedere agevolazioni e contributi può essere molto complicato. Per questo molte piccole e medie imprese rinunciano spesso in partenza perdendo così l’occasione di sfruttare preziose agevolazioni economiche.

Un esempio tra tutti: la Nuova Sabatini che permette di dare ossigeno e nuovo slancio a quelle imprese che vogliono investire nel loro futuro. In particolare, la Legge consente anche a micro, piccole e medie imprese di accedere a finanziamenti e contributi a tasso agevolato per l’acquisto anche in leasing di macchinari, impianti e beni strumentali nuovi.

Molte aziende di trasporto sono pronte a sfruttare questa opportunità e Scania Finance Italy è al loro fianco con tutta la sua esperienza soprattutto in questi ultimi mesi rimanenti per richiedere l’agevolazione. La finanziaria Scania, in particolare, ha individuato una società di consulenza la Akita Consult, specializzata in credito agevolato, che gestisce lo studio preliminare di fattibilità di accesso al finanziamento secondo i parametri fissati da Ministero dello Sviluppo Economico, interfacciandosi poi con i sistemi e processi di Scania Finance Italy.

«Operativamente si tratta di “leasing agevolati” in cui il contributo va a coprire parte degli interessi sul leasing finanziario ed è pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati al tasso del 2,75%, su un piano di ammortamento della durata di cinque anni, con rate semestrali costanti, di importo corrispondente al leasing» dice Luca Patrignani, Sales&Marketing Manager di Scania Finance Italy. «Con l’attuale scenario dei tassi, questo può consentire alle aziende di trasporto di abbassare in modo sostanziale l’onere finanziario dell’investimento per il nuovo veicolo. Ad esempio, a fronte di un investimento di 100.000 Euro, finanziato in cinque anni, l’azienda di trasporto riceve un contributo di circa 1.500 Euro l’anno, per un totale in cinque anni di circa 7.000 Euro».

A richiedere la Nuova Sabatini sono tendenzialmente le aziende più grandi e strutturate, con personale amministrativo e finanziario molto attento a tutto ciò che riguarda la finanza agevolata. Grazie al supporto operativo di Akita Consult ed alla consulenza di Scania Finance anche aziende di dimensioni più contenute possono accedere a questa importante agevolazione e farsi assistere durante tutto l’iter della domanda. 

I requisiti previsti dalla Nuova Sabatini per l’accesso all’agevolazione finanziaria impongono che i beni strumentali acquistati siano nuovi e che il leasing sia di durata non superiore a 5 anni, comprensiva del periodo di preammortamento o di pre-locazione. L’erogazione del contributo, inoltre, è subordinata al completamento dell’investimento, da effettuarsi entro 12 mesi dalla stipula del finanziamento/contratto di leasing.

Da sottolineare però che non è ammessa la mera sostituzione e questo aspetto ha degli impatti soprattutto nel settore dei trasporti in quanto non è ammissibile la permuta. È però possibile un investimento finalizzato a diversificare l’allestimento e le caratteristiche tecniche dei mezzi di trasporto che comportino un miglioramento della capacità di carico rispetto ai mezzi di trasporto in uso o una diversificazione delle merci da trasportare.

Il 2016 in generale vede una “coppia” imbattibile al fianco delle imprese di trasporto: la Nuova Sabatini ed il Super Ammortamento, che consente la deducibilità pari al 140% della quota da ammortizzare in caso di nuovo acquisto e che rende quindi il 2016 il momento giusto per investire e rinnovare la flotta. I contributi saranno concessi fino ad esaurimento fondi.