Z Truck concept: lunghe distanze ad impatto zero

Presentato da Iveco in anteprima mondiale al Salone di Hannover il prototipo del veicolo industriale che varca nuove frontiere per un trasporto del tutto sostenibile.

Iveco presenta in anteprima mondiale al Salone di Hannover il prototipo Z Truck che, grazie ad una tecnologia LNG ottimizzata ed all’uso del bio-metano, garantisce zero emissioni di CO2. Il concept alimentato a bioLNG è dotato di 2 nuovi serbatoi di forma innovativa, di un’aerodinamica avanzata e di un sistema di recupero del calore residuo. Le tecnologie di guida automatizzata ed i sistemi di sicurezza e di prevenzione attivi permettono inoltre di ridurre drasticamente la probabilità di incidenti. Iveco Z Truck è sinonimo di zero stress e di massima ottimizzazione dei tempi di lavoro grazie ad un design progettato intorno all’autista che può riconfigurare la cabina in base alle differenti condizioni di guida (urbana, autostradale od automatizzata) ed alle diverse attività della giornata lavorativa o di relax. L’interfaccia uomo-macchina (HMI) adatta il modo in cui fornisce le informazioni necessarie rispondendo alle esigenze del driver in ogni circostanza. Coperto da 29 brevetti, Z Truck rappresenta un passo  avanti verso il futuro poiché anticipa il modo in cui le energie alternative, le nuove tecnologie e la guida automatizzata cambieranno la vita del conducente.

«Siamo di fronte ad una rivoluzione innescata dalle preoccupazioni sull’ambiente, sull’economia e sulla sicurezza all’interno dei veicoli ed intorno ad essi» ha commentato Pierre Lahutte, presidente di Iveco Brand. «Basandoci sui valori del marchio, cioè sostenibilità, riduzione dei costi di gestione, tecnologia ed una migliore collaborazione commerciale con i clienti, in Iveco lavoriamo per ridurre costantemente l’impatto dei nostri veicoli grazie all’utilizzo di combustibili alternativi, come il bio-LNG, mettendo l’autista ed il cliente al centro del nostro sviluppo tecnologico e di design. Con Iveco Z Truck ed i suoi 29 brevetti stabiliamo quali potrebbero essere i nostri futuri obiettivi: veicoli a misura d’uomo, progettati per ospitare comodamente ed in sicurezza le attività di lavoro e di svago dell’autista, adattandosi di volta in volta ai suoi bisogni. Stiamo delineando il futuro del trasporto merci a lungo raggio: un sistema totalmente sostenibile e un veicolo a impatto ambientale zero, con zero emissioni e zero incidenti».

La nuova generazione di veicoli alimentati a LNG utilizza fino al 33% in meno di carburante e riduce drasticamente le emissioni di CO2. Iveco Z Truck è caratterizzato da un motore LNG di nuova generazione alimentato a bio-metano, derivato da biogas raffinati. Questo carburante, che svolge un ruolo chiave nella ricerca di CNH Industrial per produrre mezzi di trasporto sostenibili e ad emissioni zero, garantisce basse emissioni di CO2 e bassissime emissioni di PM. Questo motore alimentato a LNG eroga una potenza di 460 CV e 2.000 Nm di coppia ed è dotato del cambio automatizzato a 16 velocità con Powershift nelle marce superiori.

L’impegno di Iveco per l’innovazione e la continua evoluzione nel settore della tecnologia LNG è stato sostenuto anche da Petronas Lubricants International che ha supportato lo sviluppo di Z Truck. Il sistema LNG utilizzato in combinazione con gli oli motore a bassa viscosità PETRONAS Urania, infatti, contribuisce a raggiungere l’obiettivo delle emissioni zero, migliorando ulteriormente l’efficienza dei consumi.

Iveco Z Truck è dotato di pneumatici Michelin Xline Energy, la prima gamma a vedersi riconosciuta la classe AAA in fatto di resistenza al rotolamento, che permette ai convogli di lunga percorrenza un risparmio fino ad un litro di carburante ogni 100 chilometri. I pneumatici sono dotati di etichette RFID incorporate in grado di seguire ciascun pneumatico durante l’intero ciclo di vita, fornendo informazioni come, ad esempio, la tipologia, le dimensioni, il nome del modello, l’usura, le prestazioni o la temperatura. Utilizzati insieme ai sensori del sistema di controllo della pressione degli pneumatici (TPMS) posizionati sui cerchi, i pneumatici sono in grado di fornire anche i dati relativi alla pressione.

Iveco Z Truck adotta un nuovo serbatoio, sviluppato insieme a SAG, in alluminio isolato con un nuovo sistema MLI (Multi Layer Insulation), un foglio retro-riflettente in grado di proteggere dall’irraggiamento termico. Il concept è dotato inoltre di una tecnologia che include una struttura quadrangolare che rende possibile ottimizzare l’utilizzo dello spazio ed ospitare due serbatoi con una singola ricarica. I due serbatoi hanno una capacità di 1.200 litri e permettono un’autonomia fino a 2.200 chilometri, il 60% in più rispetto all’attuale Stralis NP, e persino superiore rispetto ad un veicolo Diesel. 

Un sistema a ciclo Rankine che utilizza i gas di scarico come fonte di calore per il recupero dell’energia permette un ulteriore risparmio di carburante durante la guida. L’approccio di Iveco Z Truck al raggiungimento dell’obiettivo zero incidenti è basato su una maggiore efficacia dei sistemi di sicurezza e di prevenzione attivi. Una gamma completa di sensori attorno al veicolo consente un’evoluzione verso la guida automatizzata senza per questo perdere in sicurezza.Dal miglioramento funzionale alla creazione di un design unico per l’area di lavoro e la vita a bordo Z Truck, progettato dal CNH Industrial Design Centre, è una dichiarazione di intenti sull’idea di futuro per gli autisti dei camion che parte da un miglioramento dell’aerodinamica, una maggiore sicurezza e dall’obiettivo di creare un nuovo spazio living all’interno della cabina. Permette di immaginare come la guida automatizzata potrà cambiare il ruolo dell’autista, che trascorrerà meno tempo alla guida e più tempo nelle attività d’ufficio. Il concept permette al conducente di riconfigurare il layout della cabina in base all’uso che desidera fare del mezzo in quel momento: guidare in un contesto urbano, in una strada principale oppure usare la guida automatizzata in autostrada, occuparsi del lavoro d’ufficio, rilassarsi oppure dormire durante la notte. 

Quando il veicolo è parcheggiato, l’autista può riconfigurare l’interno della cabina per sfruttare al meglio la parte “living” e di condivisione. La parete scorrevole posteriore si muove automaticamente, aggiungendo 500 mm di lunghezza all’interno e aumentando lo spazio della zona living. Questo rende possibile utilizzare tutte le dotazioni ed i comfort di cui può avere bisogno il conducente, come ad esempio il letto pieghevole, la doccia, la cucina, il frigorifero, il lavabo e la zona entertainment. 

L’interfaccia uomo-macchina è progettata per garantire piena e completa visibilità e per fornire informazioni adattive: l’informazione giusta, nel posto giusto e nel momento giusto. Le informazioni relative alle funzioni del camion vengono visualizzate sul parabrezza smart quando necessario e cambiano in base alle esigenze del conducente in quel momento; tali informazioni comprendono la connettività attiva con gli pneumatici Michelin, che fornisce dati in tempo reale sulla pressione delle gomme, la temperatura e l’usura. 
Il sedile, il sistema del volante, la pedaliera e la console formano un’unità riconfigurabile dotata di sospensioni indipendenti da quelle della cabina per una guida più confortevole. Il nuovo sistema di aria condizionata è studiato per creare le condizioni climatiche ideali intorno al posto guida, che viene racchiuso come in una bolla: in tal modo il conducente può godere della temperatura ideale senza alcun tipo di disturbo causato da getti d’aria diretti.