Due anteprime Mahindra a SAIE 2016

Una minigru ed una piattaforma aerea realizzate rispettivamente sulla base dei pick-up Genio e Goa sono esposte in anteprima assoluta da Mahindra al salone internazionale dell’edilizia in programma alla Fiera di Bologna.

Mahindra conferma una volta di più la sua vicinanza al mondo del lavoro ed in particolare a quello dell’edilizia scegliendo SAIE 2016, il salone internazionale dell’edilizia, in programma dal 19 al 22 Ottobre alla Fiera di Bologna, per presentare in anteprima due speciali pick-up realizzati in collaborazione con altrettanti allestitori italiani specializzati: una minigru da 5 quintali su base Genio 4x2 sviluppata con Terni Metal Srl ed una piattaforma aerea su base Goa 4x4 con Socage. La partecipazione di Mahindra a SAIE 2016 è completata dalla presenza sullo stand del già noto Goa con cassone ribaltabile trilaterale realizzato con Tecnocar e del nuovo Quando 4x4.

Elevata portata, lunghezza del vano di carico e rapporto prezzo/prodotto fanno di Mahindra Genio la soluzione ideale per tutte quelle imprese che cercano un pick-up da lavoro pronto a tutto su cui fare quotidianamente affidamento per le loro attività. Equipaggiato con un collaudato 2.200 turbodiesel common-rail a 16 valvole abbinato ad un cambio manuale a 5 marce, il pick-up della Casa indiana è realizzato sulla base di un robusto telaio d’acciaio scatolato che ne esalta le doti di trasporto (portata utile massima 1.185 kg) e dispone di un cassone lungo 2,4 metri che non ha confronti tra i diretti concorrenti.

La piccola gru ad azionamento elettrico Maxilift montata su di esso da Terni Metal Srl ha arricchito il potenziale operativo del pick-up Genio Cabina Singola, garantendo agli utilizzatori elevate prestazioni e grande flessibilità d’uso. I bracci con sfili manuali od idraulici permettono di sollevare facilmente fino a 5 quintali di peso semplificando il carico e lo scarico di materiali tradizionalmente pesanti quali sono quelli dell’edilizia.
I pick-up Mahindra Goa sono progettati per essere impiegati sui terreni più impervi. Equipaggiati con la stessa meccanica di Genio sono anch’essi dotati di tutti quegli equipaggiamenti che possono rendere più confortevole la permanenza a bordo.

L’allestimento sviluppato da Socage su uno di questi mezzi prevede una piattaforma aerea A314 con una portata massima di 225 kg che arriva fino a 13,5 metri di altezza e che dispone di uno sbraccio massimo di lavoro di 6,5 metri. La Serie A314 è costituita da piattaforme aeree molto compatte che vantano un’estrema semplicità di utilizzo.

La gamma dei pick-up Goa comprende veicoli a trazione posteriore oppure integrale con riduttore inseribile elettricamente. Le carrozzerie sono montate su un robusto telaio in acciaio particolarmente adatto all’impiego in fuoristrada. Le sospensioni anteriori sono indipendenti con barre di torsione su tutte le versioni, mentre quelle posteriori sono balestre semiellittiche longitudinali in modo trasportare più agevolmente i maggiori carichi previsti per questi veicoli. Tutti i Goa sono dotati di serie di differenziale posteriore a slittamento limitato. I motori, progettatati dall’austriaca AVL e costruiti da Mahindra, sono dei 4 cilindri turbodiesel common-rail a 16 valvole omologati Euro 5 con filtro anti-particolato che sviluppano 88 kW (120 CV).

Realizzato in Italia da Tecnocar su specifiche di Mahindra Europe, il Goa con cassone ribaltabile trilaterale è ormai un classico della gamma Mahindra. I suoi utilizzatori possono contare su un ampio cassone in alluminio (lungo 2.460 mm e largo 1.760 mm con sponde alte 400 mm) e su una portata di fino 1.040 kg.

Mahindra Quanto è un veicolo polivalente che abbina un compatto corpo vettura a 5 porte/5 posti alla struttura di un vero fuoristrada con telaio separato dalla carrozzeria in grado di superare con successo qualsiasi asperità. Lungo meno di 4 metri (ruota di scorta esterna esclusa) è in grado destreggiarsi agilmente in stretti percorsi fuoristrada come nel traffico urbano. Si tratta quindi di una proposta al momento unica, molto versatile per il lavoro, che potrebbe addirittura dare vita ad un nuovo segmento nel mercato dei fuoristrada.

Il nuovo Mahindra Quanto ha telaio in acciaio separato dalla carrozzeria ed il motore turbodiesel common-rail di 2,2 litri a 16 valvole da 120 CV (88 kW) cui è abbinato un cambio manuale a 5 marce con riduttore e, sulla versione 4WD, un dispositivo per l’inserimento elettrico della trazione integrale ed i mozzi ruota anteriori liberi ad inserimento automatico.